Il battito dei Sibillini

I Monti Sibillini sono una catena montuosa che svetta imponente e misteriosa nel centro Italia, toccando due regioni: Marche e Umbria.

Vi proponiamo un’immersione nella natura, tra spettacolari creste, panorami che arrivano fino al mare, gole scavate da impetuosi torrenti, piccoli villaggi e l’immancabile e saporita gastronomia marchigiana.

Questa terra, oggi Parco Nazionale, ancora oggi custodisce una delle leggende più affascinanti dell’intera penisola: quella della Sibilla, antico oracolo la cui dimora è voluta dalla tradizione nei pressi dell’omonimo monte, alla ricerca della quale si sono organizzati mossi dal XV secolo illustri studiosi, avventurieri senza scrupoli e persino letterati di chiara fama.

Andremo alla scoperta delle “Lame Rosse”, il “Gran Canyon” d’Italia.

Dopo una bella scarpinata, raggiungeremo il lago di Pilato, l’unico bacino naturale di origine glaciale nelle Marche situato a quasi 2.000 metri, sulla cui formazione si nascondono storie e leggende.

Ci imbatteremo in gemme d’arte sconosciute ai più, come la Pinacoteca civica Fortunato Duranti di Montefortino, con opere del Perugino, di Carlo Maratta e con una commovente Madonna col Bambino di Pietro Alemanno, pittore e scultore rinascimentale di origine austriaca.

Ricaricheremo le energie provando piatti genuini e tipici del territorio, come l’agnello, grigliato o alla cacciatora, e gli olibri, spinaci selvatici che crescono nei prati del rifugio, insieme a salumi e formaggi locali. Lungo il percorso incontreremo fieri produttori che ci apriranno le porte delle proprie aziende mostrandoci i loro luoghi di lavoro e deliziandoci con sapori inconfondibili, come quello del ciauscolo, salame spalmabile che qui è legge.

Tra laghi, fiumi, borghi senza tempo, vette da scalare, albe e tramonti, vivremo a stretto contatto con la natura. Per sentire il nostro battito vitale. Perderci per ritrovarci. Non è forse questo il senso del viaggio?

Raccontaci le tue passioni e inizia a progettare il tuo viaggio da sogno nelle Marche.